Registrati Ho perso la password Invia email attivazione
Finalmente un'orata col roller
aggiunto 10/09/2017 15:15 in Catture
Post81
Commenti435
Visualizzazioni totali22670
Voti Ricevuti390
Medaglie1
ALTRI INSERIMENTI di RobHunter
3:19
2:47
4:22
3:05
1:49
1:16
18:18
0:50
01:32
01:35
03:31
01:56
150tutti i voti
Per votare o commentare occorre essere registrati ed aver effettuato l'accesso.
Il like NON è anonimo. L'autore può sapere chi lo ha votato.
501 visualizzazioni
RobHunterscrive:

Anche se il fusto al momento dello sparo sembra muoversi verso l'alto a causa del braccio girato verso il mio lato sinistro quasi a 90 gradi. Però l'asta va comunque drittissima verso il bersaglio fulminandola sul colpo... Aspetterò altre situazioni e catture....

Commenti
Piscitunnu:

Bravo Rob fucile da vero cecchino con tiro micidiale da non lasciarsi scampo

RobHunter:

Grazie Rino. Tiro non facile perchè ho dovuto girare il fucile tutto a sinistra senza muovere il corpo ma la fortuna è stata che il pesce era davvero tranquillo e mi ha dato il tempo di muovermi senza fare movimenti inconsulti.

Mielesalva:

Bel tiro ed orata bella apnea e soprattutto bella visibilità 👌

Salentino:

Ciao Rob..un bel tiro! Però ho notato una cosa "strana" il pesce non è stato insagolato è successo anche a me quest'estate con il mio monoscocca C4 100 pur avendo un tiro fulmineo non ha trapassato un carango sui 2kg prima usavo un Omer stessa lunghezza ma insagolava tutto...chiedo anche al resto del gruppo.. c'è un motivo in particolare? O è una mia impressione?

RobHunter:

Salentino è tipico delle aste col ponticello. È il ponticello con la legatura del terminale che quando buca il pesce, crea resistenza nel corpo del pesce a seconda di dove viene colpito. La potenza c'è e il pesce viene cappottato all'indietro dall'impatto con l'asta. È sempre mezzo kg di ferro che gli arriva.

RobHunter:

Grazie mielesalva. La cosa strana è che sembrava molto più grande quando stava arrivando hahhaha

g.doddis:
11/09/2017 11:47

Bravo Rob!
Senza voler entrare nel merito delle preferenze personai, guardando questi video (e non solo il tuo, sia ben chiaro) mi chiedo però della reale utilità e del "vantaggio" dei fucili roller rispetto agli arbalete tradizionali per il tipo di pesca che la maggior parte di noi fa. Voglio dire, per quanto sia indiscutibilmente un bel giocattolo e spari anche bene, non credo di sbagliare se dico che con i tuoi soliti arbalete tradizionali avresti ugualmente centrato e cappottato quell'orata. Tu cosa ne pensi?
Sempre a tal proposito, poi vi racconterò un aneddoto di questa estate.

RobHunter:

G.goddis con l'orata ho abbastanza esperienze negative per poter dire che la potenza non è mai abbastanza. Ho trovato, anche quest'estate la grossa orata che sembrava morta ma che in realtà ha schivato l'asta del mio 90 come se nulla fosse. Il roller garantisce una velocità dell'asta da 7 sulle lunghe distanze, mentre l'arbalete tradizionale doppio elastico ha un'accelletazione bruciante all'inizio per poi veder decadere la velocita dell'asta quasi subito. Un roller o un fusion ti permette di catturare pesci molto reattivi con tiri lunghissimi... ecco il vantaggio del roller e del perchè e quando scegliere una di queste armi piuttosto che l'altra. 😉

RobHunter:

Raccontaci l'aneddoto ora 😄

Piscitunnu:

Sono d'accordo con Rob. Anch'io aspetto l'aneddoto.😊

Salentino:

Vai doddis...signore delle vongole!!! Illuminaci

RobHunter:

Ho scritto goddis? Scusa doddis, errore di sbaglio ci fu... 😂😂😂

g.doddis:
11/09/2017 19:28

Ecco ritornato il signore delle vongole. ;-D
Prima di accontarvi l'aneddoto vi spiego perchè non credo così tanto nei roller (probabilmente si era capito...). Pur condividendo (anche se con riserva, lo spiegherò dopo con l'aneddoto) l'affermazione di Rob sulle caratteristiche del roller nei tiri sulla lunga distanza, mi viene da chiedermi: ma quante volte noi rischiamo il tiro lungo durante le nostre battute? A maggior ragione quando si tratta di una bella preda e si vuole avere la siucurezza di portarla a casa? Voglio dire, da quanto visto nella quasi totalità dei video di pesca col roller non mi sembra di poter dire che utilizzando quest'arma i bersagli sono stati centrati da una distanza maggiore. E soprattutto, alla meglio i pesci li si prendevan prima con gli arba tradizionali come li si prende coi roller. Pensate ad esempio al famosissimo Ciconat: oggi usa dei doppi roller Alemanni da paura, eppure le cernie e i dentici li prende ugualmente rispetto a quando usava gli arba tradizionali Dapiran, e non mi risulta che la distanza dei tiri sia aumentata tra prima e dopo. La verità è che Ciconat è un alieno, è il "manico" buono che fa la differenza, non il fucile in sè.
Sono personalmente convinto che i pesci "normali" (che per i più rappresentano il 99% delle potenziali prede di una battuta di pesca) offrono un bersaglio troppo ridotto per aver la sicurezza di centrarli oltre una certa distanza, e non c'è roller che tenga. I roller saranno anche mediamente più veloci degli arba tradizionali sulla lunga distanza (dato anche questo da dimostrare, che prendo per buono per il nostro ragionamento), ma tra la difficoltà di collimare un bersaglio lontano in movimento ed il tragitto più lungo che deve compiere l'asta, le possibilità di centrare un pesce lontano si riducono al lumicino con gli arba tradizionali come anche con i roller.
Adesso un attimo di pazienza e vi racconto l'aneddoto...

Piscitunnu:

Ci devi tenere con il fiato sospeso, va bene tanto siamo tutti sub.

g.doddis:
11/09/2017 20:54

Ueeeè Rino, non sono mica il Messia! Al massimo il signore delle vongole e delle capesante! ;-D
Ecco l'aneddoto. Un mio caro amico nonchè compagno di pesca nelle due settimane di pesca che mi concedo ogni anno d'estate in Calabria, "stufo" dei suoi arba tradizionali ha deciso di svenarsi per fare l'acquisto di due roller in teak. Tra le tante proposte offerte dal mercato, sceglie quelli della FTSub, che oltre ad essere molto belli sono anche più abbordabili per il portafogli. Alla fine, su consiglio del titolare (nonchè ex-iscritto a questa piattaforma) ha preso un 80 e un 90 monoroller, entrambi fucili davvero bellissimi nelle fatture, due veri gioiellini! I fucili sono stati settati a dovere dalla casa costruttrice con tanto di prove in mare, quindi il mio amico si aspettava di ritrovarsi subito in mano delle armi micidiali. Purtroppo così non è stato; infatti li porta a pesca e fatica a prenderci la mano, tanto che padella un pesce dietro l'altro (e il mio amico, vel'assicuro, non è affatto una schiappa). Così quando arrivo in Calabria, il primo giorno di pesca (ed anche l'unico... per via dell'otite beccata di lì a poco) decidiamo di fare qualche prova su un bersaglio fisso, cioè una semplice sagoma in poliuretano espanso posta a 4 metri di distanza.
Facciamo qualche tiro di prova coi miei fucili doppio elastico, ed in tutti i casi sia io che lui insagoliamo il bersaglio centrandolo anche con buona precisione. Col 115, addirittura, con due tiri faccio due centri perfetti.
Passiamo quindi ai roller. Per quanto di misura più corta, per caricarli ho dovuto scomodare qualche santo in paradiso, provocandomi anche un vistoso livido all'addome per quanto erano tirati gli elastici (Rob Allen da 16 sull'80, e da 16+14 in serie sul 90). Primi tiri: sia io che lui non prendiamo neanche la tavoletta, poi dopo qualche tiro riusciamo a prenderla, ma con una precisione sul bersaglio mirato piuttosto scarsa, neanche da paragonare con i tiri fatti prima con gli arba tradizionali. Ripeto, settaggio della casa, quindi il migliore a detta di chi l'ha costruito. Ah, dimenticavo... Per quanto riguarda la penetrazione, nessuno dei tiri fatti coi roller è riuscito ad insagolare la tavoletta di poliuretano (e le aste che montavano entrambi i fucili non avevano il ponticello americano). Ovviamente il mio amico rimase un po' deluso nel constatare che gli arba tradizionali si rivelavano apparentemente superiori ai roller dal punto di vista balistico.
Ora, qualcuno potrebbe obiettare che il risultato è scontato perchè gli arba tradizionali prima provati erano di misura più lunga, quindi non sono paragonabili ai roller. L'osservazione ci può anche stare, se non fosse che il mio amico è passato ai roller proprio per avere meno fucili con cui pescare puntando sulla polivalenza e godendo della manegevolezza di un fucile più corto, aumentare al tempo stesso la potenza - o mantenendola se non altro invariata - grazie al sistema roller.
Altro discorso sulla maneggevolezza: per quanto i fucili di FTsub siano oggettavamente ben fatti e non sono esasperati nelle forme e nelle sezioni, risultando più "slim" (in particolare il 90) rispetto a tanti altri roller disponibili oggi sul mercato, comunque brandeggiare un roller, per quanto di misura medio-corta, non è esattamente come brandeggiare un arba tradizionale, anche più lungo, armato con elastici circolari.
Comunque, il mio amico adesso sta cominciando a prenderci la mano, e pochi giorni dopo essere ripartito per Trieste mi manda via WhatsApp la foto di una bella spigola di 2 kg presa col roller... Ma ad un paio di metri di distanza. Come volevasi dimostrare. ;-)

g.doddis:
11/09/2017 21:00

P.S.: - Anch'io per un paio d'anni ho posseduto un roller allestito da un arba commerciale da Alemanni. Ho provato e riprovato con diverse configurazioni, ma tra le padelle, lo scarso bradeggio e la difficoltà nel caricarlo, mi sono deciso a venderlo. E devo dire, non me ne sono pentito.

RobHunter:

Caro doddis i roller sono e devono essere senpre solo in legno. Mai lasciarsi convincere dai vari prodotti commerciali nati per sopportare sollecitazioni ben diverse. Un roller in legno ben settato e tutta un'altra cosa.

g.doddis:
11/09/2017 23:06

Si Rob, su questo sono d'accordo: la differenza tra il mio roller convertito da arbatubo e gli FTsub del mio amico che ho avuto di provare mi è parsa è abissale.
Unica eccezione, forse, i Fusion della RoiSub, che di fatto sono elaborazioni da arba commerciali (la base è pur sempre di un ottimo arba: il Pathos Laser/Saragos). E stando a quanto dicono i possessori, sarebbero anche particolarmente "velenosi". Fermo restando il discorso di prima sulla lunga distanza e della difficoltà di inquadrare e centrare un bersaglio in movimento delle dimensioni dei pesci che ci capita di predare nel 99% dei casi.

RobHunter:

Beh ho un fusion demok2 armato con rob allen da 17.5 e asta da 7. Ti assicuro che ha una precisione assoluta e una potenza pari soltanto a un oleopneumatico... immagina di montare 2 circolari da 17.5 più 2 gomme più corte dello stesso diametro con 2 carrucole che restituiscono l'energia all'asta moltiplicandone la velocità. Bisogna provarlo in prima persona per capire. Altrimenti si stenta a credere.... per la mira è un fattore soggettivo che dipende da quanto si è allenati a fare certi tiri. Non a caso i cecchini sono un elite. 😉

g.doddis:
12/09/2017 10:54

Ho capito che la mira bigona anche averla, ma ora dimmi tu, Rob, quante volte ti capita di sparare ad un sarago di mezzo kg a 4 metri di distanza. Ad esempio, l'orata di questo video avresti potuto spararla quando era molto più lontana, eppure hai aspettato che si avvicinasse di più prima di premere il grilletto (per inciso, è quello che avrei fatto anch'io).
Secondo me, certi fucili possono avere un senso per la caccia a prede di grande mole, per la quale più che di grande precisione è necessaria grande forza d'impatto e penetrazione. Per i pesci su cui impostiamo le nostre battute in Mediterraneo penso sia più che sufficiente l'arba tradizionale mono o pluri-elastico per praticità nel caricamento, agilità nel brandeggio ed istintività nel tiro. Già, perchè sono convinto che in azione di pesca nessuno di noi è paragonabile a un cecchino che spara col fucile appoggiato ed ha tutto il tempo di calcolare distanza, vento ed altri fattori per portare a segno il colpo perfetto. Siamo più simili ad un cacciatore di quaglie o beccacce che il più delle volte spara d'imbracciata non avendo il tempo di prendere una mira precisa, ma riesce comunque ad immaginare dove vada a finire la fucilata per via della dimestichezza acquisita con la propria arma.

RobHunter:

Guarda doddis se vai a vedere il mio canale youtube ti fai un'idea di quale sia il mio modo di sparare e a quale distanza du norma io spari i pesci. Vedresti che per me è l'eccezione aspettare tanto prima di sparare. Se quest'orata non l'ho tirata appena a tiro è solo per gratificare una bella azione di caccia immortalando il pesce il più possibile con la telecamera. Capisco che tu possa sentire l'esigenza di armi ben diverse dalle mie ma nel mio mare, la tipologia di incontri potenziali che posso avere e la dimensione media delle prede mi fanno orientare verso armi con caratteristiche differenti dallr tue. Altro fattore la limpidezza dell'acqua che nella bella stagione rende le catture all'agguato estremamente difficili per il fatto che saremo visibili e udibili al pesce molto prima (soprattutto con mare piatto) e per cui servono armi potenti e facilmente brandeggiabili. E sinceramente un monoroller non è che sia tutto sto mostro di potenza... semplicemente garantisce velocità all'asta da 7 dove quella di un doppio circolare comincia a diminuire (al contrario ha una velocità iniziale lievemente inferiore a quella del doppio). Poi io trovo estremamente gratificante il tiro difficile sulla preda distante, proprio per mantenere l'occhio sempre allenato. Se non fosse stato così, una grossa spigola da me presa a maggio non l'avrei mai messa in carniere, visto che a 4 metri stava x scodare e andarsene nel momento in cui ho scoccato il tiro.
Sinceramente non capisco questa tua precisazione perchè sembra quasi uno voler sminuire un lavoro che io svolgo in collaborazione con il produttore di queste armi, senza trall'altro nulla chiedere in cambio ma solo per il semplice gusto di farlo e di godere poi delle catture scaturite dalle armi da me allestite.
Ogniuno ha la sua personale visione della pesca subacquea e ha il suo bagaglio di esperienze in base all'input scaturito dai suoi abituali luoghi di pesca. Non credo di togliere spazio a nessuno nel condividere con voi il frutto del mio lavoro e delle mie giornate in mare... Buon mare.

RobHunter:

Trall'altro se fai caso, io ben raramente presento carnieri di saraghi e non perchè non sia in grado di catturarli...

Mielesalva:

Penso che il discutere confrontandosi e non anteporsi e salutare e senza ricadere nel " io credo di saperne di più" ..e' credo che per me neofita e importante imparare ed apprendere e da non tralasciare il vostro bagaglio di esperienza scusatemi se' mi sono intrometto ero solo per dirvi che questi confronti piacciono perché indirettamente si impara ancor di più,quindi è importante cosa noi tutti scriviamo .

Piscitunnu:

Ciao Rob, devo dire che la consueta precisione,descrizione, approfondimento e meticolosità nell'affrontare l'argomento da parte di doddis non voleva minimamente sminuire o criticare il tuo lavoro e quanto da te affermato. Penso che entrambi siate nel giusto difatti tu hai precisato che solitamente le tue prede sono di mole molto differenti di quelle che solitamente incontra la maggior parte di noi, pertanto hai necessità di un'arma diversa di quelle che usiamo noi. Sia chiaro che non ho voluto con il mio intervento prendere le difese di Doddis perché non ne ha bisogno, ma ho voluto solo esprimere quanto mi è sembrato di capire leggendo leggendo il suo intervento. Buon mare amico.

Antonsub83:

Io col 110 doppio 16 ho sparato pure in tana senza problemi nn per questo cambierei fucile

RobHunter:

No vabbè confronto sì ma si parla sempre tra amici all'interno dei canoni della civiltà tra persone serie e adulte. Doddis ha scritto un parere che mi sono sentito di argomentare... Sono sicuro che tra adulti ci si capisce senza cadere nella polemica personale...

RobHunter:

Antonio infatti io difficilmente sparo in tana. Detesto spuntare le aste e poi è un tipo di pesca che ho praticato per tanti anni addietro e che non mi da più le motivazioni che mi spingono a svegliarmi la mattina prima dell'alba con qualsiasi condizione meteo... Praticando solo aspetto e agguato ecco perchè uso armi di un certo tipo piuttosto che altre. Tenendo presente che è il pescatore che compiè il gesto, non il fucile. Ma a volte un'arma giusta ti permette quella cattura difficile che sarebbe sfumata con un'altra.

Antonsub83:

Certo rob hai pienamente ragione

g.doddis:
12/09/2017 13:48

Urka come siamo permalosi! :-) Rob, qui non stiamo facendo la gara a chi ce l'ha più lungo. E quella che tu credi sia una precisazione per sminuire il tuo lavoro (a che pro, poi?) è solo una considerazione personale per intavolare una discussione tra punti divista diversi. Tra l'altro i fucili Arbatech da te usati mi piacciono anche molto, quindi non credere che in ciò che dico ci siano secondi fini.
Non metto in dubbio la validità delle tue scelte che evidentemente meglio si addicono ai tuoi luoghi di pesca, al tuo modo di pescare e di intendere la pesca in apnea. Ed ovviamente se ti trovi bene con le tue creazioni non posso che compiacermi. E anzi, ben venga se continui a condividere la tua esperienza (sia tecnica in senso stretto che venatoria) così come hai sempre fatto finora.

g.doddis:
12/09/2017 13:59

Non ultimo, se ancora non l'avessi capito, ti ammiro e ti stimo come pescatore. :-)

P.S.: - Non so dalle tue parti, ma dove pesco io i saraghi dal mezzo kg in sù sono più diffidenti di orate e dentici; le spigole in confronto sembrano galline per la facilità con cui spesso (ma non sempre) arrivano a tiro. Qui dalle mie parti la cattura dei saraghi, soprattutto al libero, è davvero tanto gratificante; inolre è un pesce dalle carni eccezionalmente buone, pertanto li si pesca più che volentieri.

Salentino:

Era solo una domanda la mia!

lino_oradaro:
13/09/2017 15:43

Salve a tutti e un saluto unito ai complimenti a Rob.
Mi azzardo a intervenire non tanto per portare la mia esperienza da pescatore che, ahimè, non è minimamente paragonabile alla vostra, bensì per comunicarvi le mie esperienze di "smanettone" (come mi definisce giustamente Doddis).
Mi sono infatti cimentato in questi ultimi anni nella costruzione artigianale di vari tipi di harbalete in legno specialmente in mogano lamellare:
monoelastico e bielastico di varie misure da 80 a 125.
Ultimamente ho realizzato tre monoroller; due da 60 e uno da 90.
Posso affermare che il mio 60 è un'arma potentissima e molto efficace sopratutto nella breve distanza ma, prima di affiatarmi con essa, ho dovuto sudare.
la taratura dei roller è ben più difficile rispetto ai tradizionali e, sopratutto per i corti, tendono a sparare alto. questo credo sia dovuto anche al fatto che usando aste più corte sia difficile allineare e, sparando più d'istinto, si tende a piegare il polso al momento di premere il grilletto.
Il 90 è un'arma molto potente e precisa, direi quanto un 110 bielastico, ma di contro è abbastanza complicato da caricare se tirato il giusto.
Concludendo secondo me è importante l'affiatamento che si crea tra pescatore e fucile si tratti questo di mono, bi, tradizionale, fusion, vela o roller che sia.
Se mi permetti Rob, secondo me l'insagolare o meno un pesce dipende da molti fattori (distanza, diametro degli elastici, fattore di allungamento, peso dell'asta, ecc...) ma non credo affatto che il ponticello sia determinante.
Scusate se mi sono permesso e BUON MARE A TUTTI!

RobHunter:

Lino il ponticello della sigal è bello importante e se prendi l'osso fa fatica a passare. Riguardo la fisica che sta dietro la balistica di un roller non è questione di smanettarci Lino, è fisica e quindi matematica e c'è poco da interpretare, è un discorso lunghissimo e complicato e rimando chi fosse interessato ad andarsi a cercare i Video di Alemanni in cui spiega perfettamente e nel dettaglio quale sia la difficoltà nel settare un roller. Poi esistono anche tanti trattati scritti corredati di prove in vasca con telecamera ad alta velocità.

RobHunter:

Dimenticavo che quando un roller spara basso con problemi dati da un errato assetto, non spara basso di 2 cm ma stiamo parlando di 10, 15 cm quando non 20 addirittura... il modo di mirare e la lunghezza dell'asta centrano poco e niente se non soltanto per quanto riguarda la portanza dell'asta e la sua energia cinetica...

RobHunter:

Doddis non sono permaloso. Hai espresso dubbi sull'utilità di una certa tipologia di armi e ho confutato il tuo pensiero, non ci ho visto nulla di permaloso in questo.
Se non sparo ai saraghi è solo perchè aspetto qualcosa di più corpulento e prestigioso ecco perchè li prendo raramente e sono del parere che disturbarli in certi fondali significhi limitare le percentuali di incontri più prestigiosi nei giorni successivi... Quindi preferisco nn sparare nulla se non girano i pesci che prevedo di incontrare.
Certo le spigole sembrano facili quando ti puntano decise. Ma prova con l'acqua limpida e mare calmo su esemplari che vanno per i fatti loro e non rispondono ai richiami... lì subentra il mestiere e quello che non si vede nemmeno nei video perchè avviene fuori dal raggio della telecamera. Il discorso è lungo e variegato....

lino_oradaro:

Si, certo Rob. Ti ho premesso che sono uno smanettone proprio perché a monte dei miei giocattoli non ci sono progetti professionali.
Chi li costruisce a mano però puo imparare qualcosa dai propri errori.
Per fare un fucile che si avvicini alla perfezione un autodidatta dovrebbe costruirne almeno un centinaio.
Comunque monto anch'io aste seagal col ponticello; se prendi l'osso fai fatica a trapassare. Ponticello o non ponticello!
Ti ripeto. Non voglio fare il sapientino! Volevo solo portare la mia esperienza nel mio piccolo!😉

g.doddis:
13/09/2017 23:21

Il "permaloso" (detto comunque con una punta di ironia) è in riferimento a quando affermi che le mie precisazioni (che poi non sono precisazioni ma semplicemente considerazioni di carattere puramente personale, e che quindi non hanno valore assoluto) sembrano fatte per sminuire un tuo certo lavoro. Lavoro di cui io, tra l'altro, non ero neanche a conoscenza.
Riguardo alla balistica dei roller, senza dubbio è molto complessa, pertanto assai meno comprensibile ad intuito rispetto agli sparalucertole tradizionali. E' vero però che non tutti sono concordi sugli effettivi vantaggi del sistema roller. Tu hai giustamente nominato Alemanni, capostipite del rollergun made in Italy, che ovviamente non può che portare l'acqua al proprio mulino esaltando il sistema con le carrucole. Allo stesso tempo posso nominarti un Dapiran (che per chi non lo sapesse è un ingegnere, quindi non è l'ultimo degli sprovveduti) che si è sempre duramente schierato a sfavore del roller. Ma anche lui, come Alemanni, deve portare l'acqua per il proprio mulino, per cui anche lui non fa testo.
Io credo sinceramente che la balistica dei roller, se settati a dovere, sia superiore a quella degli arba tradizionali. Ma continuo a preferire gli arba tradizionali per la praticità complessiva che, nel mio caso, per il mio modo di pescare e le prede che mi capita di incontrare nel 99% dei casi, rappresenta complessivamente un valore superiore rispetto alla balistica dei roller. Anche il concetto di "valore" quindi è relativo, non a caso io e Lino, pur pescando spesso e volentieri lo stesso tipo di pesci negli stessi posti, peschiamo con armi diverse (io gli sparalucertole, Lino i roller). Eppure, (culo rotto di Lino a parte, ndr) i pesci li prendiamo entrambi, e non solo i pur rispettabilissimi saraghi da porzione.
Riguardo la "pollagine" delle spigole, ho specificato "non sempre". Sappiamo bene che la varietà di situazioni e condizioni in cui ci ritroviamo a pescare non permettono di fare di tutta l'erba un fascio. Qui dalle mie parti, ad esempio, paradossalmente le spigole sono molto più calme con l'acqua limpida, mentre sono schizzate e diffidentissime con l'acqua più torbida. Posto che vai, usanze che trovi... anche per le spigole. ;-D

lino_oradaro:
14/09/2017 08:06

....comunque io ce l'ho un po' più lungo!:-p

Piscitunnu:

Stroncone, sei sempre in competizione.😃😃😃😃😃😃

RobHunter:

No ce l'ho più lungo io! Scherzi a parte, Doddis ma non è che stai sfondando una porta aperta? Uso indifferentemente arbalete doppio elastico, fusion demok2 e roller, quindi non ho preconcetti e credo di avere le necesarie nozioni per riuscire a settare tutti e 3 i sistemi in modo decente e a usarli indifferentemente nelle condizioni ottimali x ogniuno. Detto questo davvero nn capisco dove vuoi arrivare... Anche perchè la discussione sarebbe dovuta terminare al punto in cui "peschiamo in posti differenti, con condizioni differenti e probabilmente aspettative di cattura differenti"... detto questo la chiudo qui perchè mi pare di discutere sul sesso degli angeli 🤣🤣🤣🤣🤣🤣

g.doddis:
17/09/2017 13:05

Ciao Rob,
Se tu non capisci dove voglio arrivare, io non capisco perché ti ostini a credere che voglia arrivare da qualche parte. :-)
So benissimo che peschi anche con altri tipi di arbalete, tra cui i tradizionali armati con elastico circolare, e non a caso ho fatto le mie considerazioni in questo tuo post in cui mostri una cattura fatta col roller. In tutti i casi i risultati non mancano, perciò mi sono fatto l'idea che i pesci li prendi sempre e con qualsiasi arma impugni. Ciò avvalora la mia idea che le belle pescate vengono fatte in primo luogo, nel 99% dei casi, dal "buon manico" (e tu indubbiamente lo sei) e non dalla tecnologia del fucile che si impugna. Ribadisco, questa è una mia convinzione e non pretendo che tu o altri la pensiate come me.

Interamente ideato e realizzato da Matteo B. ©
Per supporto/bugs-report Contattaci - Emozioninapnea.com
Caricamento in corso....